Oggi è lunedì 3 agosto 2020, 20:17

Clima estivo della provincia di Roma

Curiosità e approfondimenti
 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da Ghiaccio96 » martedì 7 luglio 2020, 23:49

Voglio affrontare con voi e con chi vive nel romano gli eventuali pregi o difetti del clima delle quote di pianura della provincia di roma in estate (fino ai 250 metri).

Per quanto ho potuto osservare nel corso degli anni dalla nostra rete meteo, ho potuto constatare che vi sono forse 3 zone microclimatiche da distinguere sotto l'aspetto termico:
Una zona che va da civitavecchia a pomezia, arrivando sino ai quartieri di roma ovest (montespaccato e EUR di transizione) che hanno dei tratti tipici del clima costiero, massime mitigate dalle brezze e minime altine, comunque tutto rientra nella normalità di zone non lontane dal mare.
Una zona nord della provincia, che va dai confini col viterbese sino ai quartieri nord della capitale (roma trieste è di transizione, come lo è anche morlupo) che risulta calda di giorno ma fresca se non fredda di notte, come è tipico della valle del tevere lungo tutto il suo percorso dall'umbria a Roma.
Una terza zona, la restante, che include quindi il centro citta, quartieri sud, est, tutte le pianure fino ai piedi dei castelli ad est, fino a guidonia e tivoli e forse anche monterotondo, mentre a sud zone come trigoria. Questa terza zona ha un comportamento poco simpatico: sotto alta pressione delle azzorre la notte il caldo rimane confinato al centro citta e in generale alle zone dentro il raccordo, si distingue bene l'isola di calore dunque mentre le zone immediatamente periferiche e tutte le piane di questa terza zona mostrano delle minime buone, seppur non troppo inversionali. Sotto botte africane però, ho notato che questa terza area ha un clima raccapricciante, sia zone urbane che rurali. Fa molto caldo di giorno, come è tipico delle piane interne, ma fa molto caldo anche di notte. Non è solo un problema di isola di calore, perchè vedo minime piuttosto alte anche nelle zone rurali.

Più passano i giorni, più penso quanto fossero allucinanti le minime del centro di roma prima del 4 luglio quando è enrtata una semplice 20, isoterma relativamente frequente. In centro si sono sfondati i 24, gradi, san pietro mi sa 24.5. Sono minime che io potrei fare soltanto con una 24 in testa o più. Il centro città rappresentava l'apice del caldo, ma anche le zone periferiche non scherzavano, in tutta questa area non si scendeva sotto i 21-22 gradi, nemmeno stazioni est come colle prenestino o settecamini. Le massime viaggiavano tra i 33 ed i 34 gradi.

Perchè tutto questo caldo sul medio e basso romano? sia di giorno che di notte, anche zone interne. Spesso i romani fanno il confronto con milano. A me sembra che le pianure lombarde e quelle del medio-basso romano abbiano un clima del tutto analogo in risposta alle botte africane, posti semplicemente invivibili.

Dovrò aspettarmi altri insulti da parte di qualche romano? :lol: questo è quello che ho visto. Qualcuno ha provato a giustifcarmi le minime alte di tutta la piana di Roma dicendo che i cieli erano coperti. MA è proprio questo il punto, su Roma e periferia est e sud si crea una cappa di afa pazzesca. Aspetto considerazioni vostre, anche se comunque ho un quadro ormai chiaro
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da Ghiaccio96 » mercoledì 8 luglio 2020, 0:00

Stavo guardando dove sono situate morlupo e monterotondo, la seconda sta vicina alla valle del tevere quindi forse si salva di notte come le altre zone nord, riuscendo a fare ottime inversioni, ma non la conosco e lascio a voi la parola. Morlupo di solito rappresenta una via di mezzo tra la caldazza romana e il "fresco" del viterbese, forse perchè comunque è una località quasi collinare. Comunque potremmo salvarla in effetti. Monterotondo non so, comunque già guidonia dovrebbe essere un posto eccessivamente caldo 24 ore su 24. Mi riferisco sempre alle botte africane
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 9513
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da Burian » mercoledì 8 luglio 2020, 10:34

Interessante questo argomento climatico (spostato nell'apposita sezione).
Parteciperò anch'io ma marginalmente in quanto non vivo nella provincia di Roma ma la frequento di tanto in tanto per lavoro o svago.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

 
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2020, 17:14
Sesso: M
Luogo: Pomezia/Grazzanise
Quota: 100 m s.l.m.

Re: Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da John » domenica 12 luglio 2020, 10:45

Ghiaccio96 ha scritto:Voglio affrontare con voi e con chi vive nel romano gli eventuali pregi o difetti del clima delle quote di pianura della provincia di roma in estate (fino ai 250 metri).

Per quanto ho potuto osservare nel corso degli anni dalla nostra rete meteo, ho potuto constatare che vi sono forse 3 zone microclimatiche da distinguere sotto l'aspetto termico:
Una zona che va da civitavecchia a pomezia, arrivando sino ai quartieri di roma ovest (montespaccato e EUR di transizione) che hanno dei tratti tipici del clima costiero, massime mitigate dalle brezze e minime altine, comunque tutto rientra nella normalità di zone non lontane dal mare.
Una zona nord della provincia, che va dai confini col viterbese sino ai quartieri nord della capitale (roma trieste è di transizione, come lo è anche morlupo) che risulta calda di giorno ma fresca se non fredda di notte, come è tipico della valle del tevere lungo tutto il suo percorso dall'umbria a Roma.
Una terza zona, la restante, che include quindi il centro citta, quartieri sud, est, tutte le pianure fino ai piedi dei castelli ad est, fino a guidonia e tivoli e forse anche monterotondo, mentre a sud zone come trigoria. Questa terza zona ha un comportamento poco simpatico: sotto alta pressione delle azzorre la notte il caldo rimane confinato al centro citta e in generale alle zone dentro il raccordo, si distingue bene l'isola di calore dunque mentre le zone immediatamente periferiche e tutte le piane di questa terza zona mostrano delle minime buone, seppur non troppo inversionali. Sotto botte africane però, ho notato che questa terza area ha un clima raccapricciante, sia zone urbane che rurali. Fa molto caldo di giorno, come è tipico delle piane interne, ma fa molto caldo anche di notte. Non è solo un problema di isola di calore, perchè vedo minime piuttosto alte anche nelle zone rurali.

Più passano i giorni, più penso quanto fossero allucinanti le minime del centro di roma prima del 4 luglio quando è enrtata una semplice 20, isoterma relativamente frequente. In centro si sono sfondati i 24, gradi, san pietro mi sa 24.5. Sono minime che io potrei fare soltanto con una 24 in testa o più. Il centro città rappresentava l'apice del caldo, ma anche le zone periferiche non scherzavano, in tutta questa area non si scendeva sotto i 21-22 gradi, nemmeno stazioni est come colle prenestino o settecamini. Le massime viaggiavano tra i 33 ed i 34 gradi.

Perchè tutto questo caldo sul medio e basso romano? sia di giorno che di notte, anche zone interne. Spesso i romani fanno il confronto con milano. A me sembra che le pianure lombarde e quelle del medio-basso romano abbiano un clima del tutto analogo in risposta alle botte africane, posti semplicemente invivibili.

Dovrò aspettarmi altri insulti da parte di qualche romano? :lol: questo è quello che ho visto. Qualcuno ha provato a giustifcarmi le minime alte di tutta la piana di Roma dicendo che i cieli erano coperti. MA è proprio questo il punto, su Roma e periferia est e sud si crea una cappa di afa pazzesca. Aspetto considerazioni vostre, anche se comunque ho un quadro ormai chiaro

Ho il timore che in pianura si stia male un poco dappertutto in Italia in estate. Poi, da sé che le grandi conurbazioni ci mettono un ulteriore carico da 90. Comunque bella disamina :)
Il Televideo è stato la mia prima fonte d'informazione meteo.Erano gli anni 90' e leggevo i dati delle temperature delle città italiane e dell'estero :)

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da Ghiaccio96 » domenica 12 luglio 2020, 19:32

Stavo pensando che in effetti le pianure romane centro-meridionali, specie quelle interne, sono calde di giorno solo perchè abbastanza distanti dal mare, non perchè siano zone fortemente continentali come la valle del tevere, quindi il caldo di giorno non è compensato dal freddo notturno come accade invece, appunto, nelle aree continentali tipo roma urbe. E questo è terribile :lol: è proprio la pianura interna non inversionale ad essere il luogo peggiore in cui vivere in estate
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 4769
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da Olim » sabato 18 luglio 2020, 1:08

Da diversi giorni cerco di scrivere anche su questa discussione ma ancora non ho avuto tempo. Lo farò molto presto, perché è un argomento che mi interessa molto. ;)
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

Avatar utente
 
Messaggi: 9513
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Clima estivo della provincia di Roma

Messaggio da Burian » sabato 18 luglio 2020, 18:18

Ho letto il tutto. Se si parla di ondate di caldo africane ed estate caldissime la piana romana da te citata è molto calda, con persistenza del caldo anche di notte ma questo succede appunto con certe configurazioni e con estati particolari altrimenti il calo notturno avviene e c'è un relativo refrigerio nelle ore notturne e del primo mattino.
Secondo me l'area peggiore rimane quella del centro cittadino in generale perchè mediamente fa sempre più caldo e spesso è molto afosa anche in estati normali.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄


Torna a Climatologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite