Oggi è lunedì 3 agosto 2020, 20:17

Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Curiosità e approfondimenti
Avatar utente
 
Messaggi: 9513
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Burian » martedì 16 giugno 2020, 1:21

Ghiaccio96 ha scritto:Dopo una moderata ondata di freddo ad inizio mese con possibile nevicatella poi da cuscinetto prima del cambio d'aria, ecco un'ondata di gelo a fine mese, con la -12 che invade quasi tutto il nostro territorio
Immagine
Immagine
Marzo freddo e pienamente invernale, dopo una prima ondata di freddo attorno al 4, dal 7 l'aria fredda artica ha invaso tutta europa e quasi sicuramente più episodi nevosi si sono presentati fino alla bassa collina /alta pianura (200 metri o anche meno in caso di forti rovesci) Febbraio era stato abbastanza anonimo.
Estate nella norma con 1 o 2 ondate di calore (massimo la 20)
A dicembre moderata ondata di freddo (tra una -8 e una -10) e forse anche un episodio nevoso per l'immacolata, ma soprattutto il gran freddo è arrivato anche sul sud della spagna con una -8 a sud di gibilterra, potrebbe essere nevicato sino in collina anche sul versante atlantico del marocco. Ondat di freddo debole (una -6/-7 ) a fine mese.
Le estati si stanno rinfrescando dopo i grossi picchi verso la fine del trentennio precedente. Gli inverni invece si confermano più miti , o meglio diciamo con più pause anticicloniche e meno nevicate. Ripartirò dal 1884

Quando dici ondata di freddo debole è tutto relativo all'800 perchè se arrivasse oggi non sarebbe debole per i nostri inverni. :D
La -14 risulta molto rara, non eccezionale ma si vede davvero molto poco anche nell'800, vediamo che scopriremo nel 900'...
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Ghiaccio96 » martedì 16 giugno 2020, 22:44

:lol: ondata di freddo debole per i miei canoni va da una -6 a una -7.5, e infatti se ripenso all'inverno appena passato e a quanto ci siamo disperati per vedere entrare una -7 non so se ridere o piangere.
Si la -14 è difficile davvero trovarla. Di tanto in tanto però fa capolino la -12 e con la stessa frequenza anche la -13 sulle aree interne (medio-alto viterbese, ternano, senese e parte del grossetano). Se non lo avevo scritto lo riporto pure qui per chi leggesse, un punto di riferimento per me nel dare attenzione ad una ondata di gelo è la -12, infatti nel gennaio 2017 la -12 ad 850 arrivata su pratica di mare rappresenta il record assoluto di freddo dall'inizio delle misurazioni. Di carte dell'800 io però ne ho messe svariate, quindi questo da l'idea di quanto gli inverni si siano scaldati.
Sul perchè, un elemento verrà senz'altro dal riscaldamento globale, ma a me sembra anche una modifica circolatoria degli inverni sul nostro emisfero, di questi tempi il freddo invernale mi sembra prediligere canada e stati uniti a discapito di europa e russia. Chiudo questa parentesi e continuo col 1884
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Ghiaccio96 » martedì 16 giugno 2020, 23:14

Gennaio spesso anticiclonico, febbraio ha avuto dei bei movimenti a scala europea ma freddo al più debole e secco per le nostre zone.
Aprile, come la gran parte di quelli che ho visto dal 1836, è stato molto dinamico in europa e freddo nel nord europa, ma non vedo mai isoterme folli. Questo è stato piovoso ma al più ci ha sfiorati una 0 a metà mese, difficilmente qualche nevicata con accumulo si sarà spinta sotto i 1200 metri.
Anche questa estate mai oltre la 21.
A novembre è arrivato l'inverno, dapprima con venti freddi dalla russia (una -1 è entrata), poi con tentativi artici a fine mese ma neve solo sopra i 1000 metri o più su. Devo ripartire dal 1885
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Ghiaccio96 » venerdì 19 giugno 2020, 22:37

A metà gennaio potrebbe aver fatto dei rovesci nevosi da ovest fino a quote di media e bassa collina, poi piccolo ma insidioso nucleo continentale attorno al 20 bello potente!

Immagine
Immagine

C'è stato un alro paio di ondatine di freddo (fino a una -6, ma poi anche periodi di mitezza perturbata. In generale mi sembra siano aumentati i periodi miti invernali in questo secondo 30ennio, seppur non manchno toste ondate di freddo come quella sopra (ricordo che la -12, che in quelle carte sfiora Roma, per pratica di mare è il record da inizio misurazioni).
Una primavera dinamica, da marzo a maggio, senza ondate di freddo ne di caldo.
Estate divisa tra qualche ondata di caldo debole/moderata e un po' di instabilità a ciclo diurno.
Fine ottobre primi freddi invernali, poi di nuovo al 18 novembre
Immagine
Immagine
Eccola un'altra ondata di freddo davvero rilevante. In realtà tale episodio rappresenta l'unica rottura alla monotonia del mese, che per carità, basta da sola a rendere bello tutto il mese.

Ripartirò dal 1886
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 9513
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Burian » venerdì 26 giugno 2020, 1:41

Le -12 alla fine sono relativamente frequenti, invece le -13/-14 sono alquanto rare, la -14 rarissima proprio anche nel secolo scorso. Sono curioso di scoprire se ci ha mai toccato una -15-16° nel corso del tempo, certo c'è da dire che sono reanalisi e quindi sono soggette ad errore, puo' darsi che una -14 nell'800 sia stata in realtà una -16° ( o per contro una -12°).
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Ghiaccio96 » sabato 27 giugno 2020, 9:32

Non so come vengano fatte, però trattandosi di studi scientifici penso che l'errore sia esiguo, comunque non oltre il grado. Lo dico naturalmente a sensazione perchè non so nulla come siano state tirate fuori. Se sono mappe interpolate naturalmente ci sono zone con maggiore errore e zone con minore errore, naturalmente l'errore sarà maggiore e magari anche consistente in mare. Un'altra ipotesi possibile, pensavo, è che invece di prendere la serie storica dei dati meteo e di farne una semplice mappa interpolata (operazione che comporterebbe un grosso errore data la scarsità di strumentazione meteo nell'800 credo), uno potrebbe riprendere le equazioni fluidodinamiche dei modelli e risolverle però a ritroso. Naturalmente i problemi sono gli stessi che andando avanti nel tempo, ossia oltre i 15 giorni a ritroso l'errore è troppo grande e le reanalisi non avrebbero più senso, però con l'aiuto di qualche dato sparso sulla terra (basterebbe anche il numero esiguo di stazioni che ci si aspetta dal periodo in questione) penso si riesca a tenere la "previsione a ritroso" sulla giusta strada. Per la riuscita di una reanalisi così credo basterebbero dati non troppo diffusi ma continui. Le zone scoperte vengono elaborate poi dall'interpolazione che naturalmente introduce un errore, però se c'è costanza nelle misure prese da quelle poche stazioni, questo errore lo si può contenere ad ogni passo.
In effetti, basterebbero archivi di temperatura registrata col termometro a mercurio, se questo fosse stato usato già da migliaia di anni, per avere una grossolana ricostruzione delle carte del passato, sempre per il fatto che uno usa le equazioni a ritroso e poi le carte le si aggiusta passo passo con i valori di temperatura misurati. Quello che è importante con questo modo di lavorare non è tanto la precisione della misura o la diffusione della strumentazione, quanto la costanza della misura... chissà se lo scopriremo mai :lol:
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 9513
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Burian » domenica 28 giugno 2020, 1:29

L'errore c'è sicuramente, mi avevano detto che c'era ma non si sa bene di quanto (si parla in ogni caso di gradi).
Purtroppo stazioni meteo con serie di dati che vanno così indietro nel tempo ce ne sono pochissime sulla terra...non ci resta che prendere per buone queste carte consapevoli dell'eventuale errore.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Ghiaccio96 » domenica 28 giugno 2020, 15:56

Nell'800 erano presenti sicuramente in molte delle più grosse città europee, per esempio a parigi (i record di caldo dell'estate scorsa erano su una serie storica che partiva già dalla prima metà dell'800), come anche a Roma mi pare che il collegio romano prenda dati persino dal 700. Io penso che queste reanalisi le possano fare a partire già da inizio 800, se non lo hanno già fatto. Poi certo, si arriverà ad un periodo storico talmente remoto che le misure non ci saranno più. Però chissà, magari amplieranno ancora l'archivio di meteociel che ora parte solo dal 1836 :lol:
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 9513
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Burian » lunedì 29 giugno 2020, 1:42

Se fanno le previsioni stagionali a 9 mesi secondo me possono pure fare le reanalisi delle carte fino a qualche secolo indietro, avrebbero meno errori di sicuro delle stagionali visto che si baserebbero su qualcosa di concreto, qualche cronaca meteo storica si trova quà e là nei libri nei documenti etc. :lol: :lol:
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

 
Messaggi: 6624
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Esteso l'archivio NCEP su meteociel: carte dal 1836!

Messaggio da Ghiaccio96 » lunedì 29 giugno 2020, 19:47

:lol: allo stato attuale si
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

PrecedenteProssimo

Torna a Climatologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite