Oggi è venerdì 16 aprile 2021, 14:06

Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Curiosità e approfondimenti
Avatar utente
 
Messaggi: 5667
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Olim » venerdì 14 agosto 2020, 0:37

Apro una discussione che volevo aprire da molto tempo. Finalmente ho avuto modo di fare ordine sul mio archivio dati completando tutte le operazioni di ricostruzione e riscrittura su excel e formulando così le medie termiche della mia postazione di Soriano -Macchieta.
Come sapete sono solito confrontare la mia media attuale costruita su una serie storica molto breve (2012-2020) con la media di Soriano idrografico stazione posta a 510mslm che ha fornito per anni dati in modo abbastanza costante. E' stato possibile grazie al forumisita Tramontana disporre delle medie termiche delle stazioni dell'idrografico per varie località del Lazio per il periodo 1955-1985.

Valgano le seguenti considerazioni prima di mostrarvi il confronto:

1- Le medie venivano calcolate con minima + massima /2. E' un metodo usato sistematicamente fino agli anni '70 '80 persino '90 poi soppiantato dal ben più preciso e affidabile metodo dei valori ogni 5 minuti diviso il numero dei valori. Ho potuto constatare attraverso certosini confronti sui miei dati che i due metodi in verità finiscono per dare valori simili ma mai identici, ma che, per fortuna, esiste uno scarto medio molto caratteristico che tende ad essere confermato quasi sempre. Tale scarto è di circa 0,3° 0,5° a "favore" del metodo min max, ovvero quel metodo tende a dare valori di circa 3 / 5 decimi maggiori del metodo "ogni 5min". E' quindi possibile tenere conto di questa differenza applicando questo scarto. Io ho deciso di applicare un 0,4° che mi pare un valore medio ragionevole che riflette quello scarto.

2- La stazione di Soriano idrografico era collocato (fino a pochi anni fa) a 510m ovvero 55m sopra la mia postazione. In condizioni normali 55m implicano circa 0,3/0,4 di grado di divario sui valori medi.

3- Nel confronto quindi lo scarto dovuto all'altimetria va quasi perfettamente a compensare lo scarto dovuto al diverso metodo usato (min max contro "ogni 5 minuti"). Quindi, sebbene in via approssimativa e con inevitabili margini di minimo errore, posso tenere conto, nel confronto, di questi due scarti che si compensano e usare agevolmente le medie idrogeologico come ottimo termine di paragone rispetto alle mie medie.

4- Resta il fatto che, al di là dell'altimetria, le due zone sebbene molto simili non sono sovrapponibili. Soriano Macchieta si trova infatti a 2km di distanza da Soriano idrografico in una zona microclimatica lievemente diversa. Anche questo comporta una non perfetta confrontabilità.

5- Si consideri che la mia media climatica ha anche un basso grado di significatività essendo basata su una serie novennale. Una media seria dovrebbe essere trentennale o quanto meno ventennale. Pertanto questo esercizio di confronto va preso con le pinze ed è piuttosto una curiosità sull'andamento degli ultimi anni rispetto a valori storici.

Al netto di tutte queste precisazioni veniamo al dunque e osserviamo le medie mensili per Soriano Macchieta (periodo 2012-2020 fino a Luglio e 2012-2019 da Luglio a Dicembre) e Soriano idrografico 1955- 1985.

Nell'immagine excel osservate le rispettive medie mensili e poi lo scarto. Infine lo scarto medio annuale. Cliccare sull'immagine per visualizzarla in formato grande

Schermata 2020-08-14 alle 00.21.29.png


Breve commento:
lo scarto medio annuale si attesterebbe a un +1,1°. Risultato del tutto atteso visto e considerato che il periodo 1955-1985 rappresenta ormai davvero un'altra "era" climatica. Tuttavia mi sarei atteso addirittura un divario leggermente più elevato.
In ogni caso la cosa più interessante è la fortissima variabilità del divario tra i mesi.
Il mese più "massacrato" dal riscaldamento è stato Agosto con uno scarto medio enorme di +2,2°!!! Del resto ce ne siamo accorti e ce ne stiamo accorgendo ogni anno. Agosto è sempre più caldo e Agosti freschi ormai sono una vera rarità.
Sul fronte opposto spicca a sorpresa Settembre che addirittura mostra un -0,1°!!!! Sono rimasto davvero scioccato da questo dato e non fidandomi sono andato a vedere la media di Settembre per altre stazioni della rete idrografica. Ebbene il valore di Soriano sembra del tutto coerente e ragionevole. Dunque non credo ad errori. Semplicemente dobbiamo constatare il fatto che Settembre non si è scaldato ed anzi negli ultimi 9 anni risulta addirittura di un pelo meno caldo (o più fresco) di una media così lontana come la 1955-85. Pesa sicuramente la presenza di Settembri molto freschi come il 2017 e abbastanza freschi come il 2014 e il 2016 ma pesa soprattutto l'assenza di Settembri molto caldi. Nessun Settembre infatti chiude con sopramedia molto marcato il più caldo essendo il Settembre 2018 con un modesto +1 dalla media storica. Davvero molto molto sorprendente.
Dopo Agosto il mese che si è più scaldato invece pare essere Luglio anche se a forte distanza (+1,6°). Segue Giugno con un +1,4° e a pari merito Gennaio con lo stesso scarto. Un gradino sotto Aprile poi con +1,3° e poi Marzo +1,2°. Più sotto Dicembre con +1° . Segue Febbraio con "solo" +0,9° (complici i freddi Febbrai 2012 2013 e 2018 che compensano bene i caldissimi 2016 e 2020) a pari merito con Ottobre (non lo avrei mai detto!). Terzo posto ( o terzultimo se volete) per Novembre con un sorprendente + 0,7° (anche qui il valore mi ha sorpreso) e secondo (o penultimo) per Maggio con un ancora più sorprendete + 0,5°!!
Cosa possiamo concluderne? Che l'estate si è scaldata tantissimo (+1,7° il trimestre Giugno-Agosto) mentre le altre stagioni molto di meno. In particolare l'inverno e la primavera mostrano un +1,1° e +1,0° mentre l'autunno sembra reggere bene con un modesto + 0,5°.

Lo avreste mai detto?

Io sono rimasto davvero sconvolto dal dato di Settembre, ma anche da quello di Maggio, mentre mi aspettavo pienamente i dati estivi e tutto sommato anche quelli invernali.

A voi i commenti.
p.s. a Dicembre 2020 aggiornerò questi valori con le medie 2012-2020 di Soriano Macchieta per tutti i mesi ovviamente.
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

Avatar utente
 
Messaggi: 3126
Iscritto il: giovedì 16 ottobre 2014, 19:17
Sesso: M
Luogo: Caprarola Bassa - Loc. Cucciale (VT)
Quota: 420 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Albertone » venerdì 14 agosto 2020, 11:27

Molto interessante questo tuo studio, Lorenzo.
Intanto, grazie per averlo condiviso con noi: sai già quanto questo genere di lavori mi incuriosiscano ed affascinino.
Vorrei fare solo un piccolo appunto. A mio avviso, il valore dato dalla media "min/max" è solitamente più elevato di 0.3/0.5°C rispetto al metodo "ogni 5 min". Talvolta quella è la differenza, ma in genere è più alto, non di rado superiore al grado e prossimo al grado e mezzo. Detto questo, stiamo parlando forse di un paio di decimi o al massimo tre, e questo non inficia più di tanto il confronto che tu hai elaborato. Quel che è certo, vi è una discreta differenza tra le medie di una volta e quelle recenti: dai tuoi dati 1.1°C, e comunque probabilmente tra quel valore ed il grado mezzo. E guarda caso, spesso questa è la differenza di temperatura per cui una pioggia invernale ai limiti, non riesce a virare a neve. Tant'è che la quota neve dalle nostre parti, si è senz'altro innalzata di buoni 150 mt. di quota, corrispondenti in effetti al gradiente termico da te riscontrato. Per quanto concerne le differenze riscontrate stagione per stagione, è in effetti percepibile a pelle quanto le estati abbiano impennato i propri valori termici (d'altronde, le estati 2012, 2015, 2017 e 2020 hanno contribuito pesantemente ad avvalorare questo dato!).
Ancora complimenti per la tua ricerca! :118:
Stazioni Meteo:
- Oregon Scientific WMR-89 (per rilevazioni termiche pubblicate su Forum)

- Ventus W830 (per rilevazioni pluviometriche e consultazione on line: https://www.wunderground.com/personal-w ... =ICAPRARO5

 
Messaggi: 7346
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Ghiaccio96 » venerdì 14 agosto 2020, 14:59

Ho letto con piacere questo confronto, ma di problemi credo ce ne siano altri. I posizionamenti sono stati sempre a norma? e lo strumento di rilevazione è lo stesso? Se non sbaglio te dicevi che con venti occidentali soffri un po' di sovrastima a causa degli alberi. Questo naturalmente va ad acuire lo scarto tra le tue medie e le quelle idro se duranteilmese prevalgono venti occidentali. In inverno in realtà questo è un problema poco rilevante, in quanto con cieli spesso nuvolosi in presenza di venti occidentali l'effetto sulla tua stazione è soltanto un vento che prendi male ma non ci stanno sovrastime. In estate invece se hai il vento coperto conta tantissimo, al punto tale che per esempio il mio compaesano, che non prende la brezza, fa massime anche di 2 gradi più alte delle mie sotto ondata di calore e ha temperatura altissima per tutto il giorno, per esempio stamani avevamo oltre 1 grado di scarto già alle 9 del mattino! (stamani forse la nostra differenza era più dovuta alla sofferenza del suo strumento per lo schermo piccolo), insomma, ci sono anche altri fattori di cui bisogna tenere conto per fare un confronto che sia indicativo. Ad esempio a me puzza tanto il fatto che negli ultimi anni si sia scaldata più l'estate che l'inverno. Ma proprio tanto... nei mesi di agosto africani potresti avere una sovrastima non indifferente, mentre è proprio l'inverno la stagione massacrata dalle nostre parti. Per l'inverno lo scarto di +1 invece sarà senz'altro molto buono come valore, a me sembra basso ma non per la non bontà delle misurazioni ma perchè, come hai detto te all'inizio, è una serie di dati troppo breve e gli eventi grossi hanno un forte peso. Andando avanti nel tempo, se si confermerà questo trend di riscaldamento degli inverni, questo scarto aumenterà. Sicuramente se nei prossimi 20anni facesse una serie di inverni come gli ultimi 5 magari arriveresti anche a +2 di scarto.

Per le primavere il riscaldamento ci sta, seppur non eccessivo, aprile infatti è un mese che in genere si è scaldato.
L'autunno anche direi che si è scaldato, ottobre è diventato un mese spesso africano. Si in effetti per l'autunno mi sarei aspettato uno scarto simile a quello della primavera.

Molto molto buona la tua idea comunque, magari potremmo fare questi studi anche con altre stazioni e località. Il vantaggio di poter fare questo studio sull'andamento climatico con le stazioni di campagna è che almeno i negazionisti non hanno da usare la scusa dell'urbanificazione per giustificare l'aumento delle temperature
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 5667
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Olim » venerdì 14 agosto 2020, 15:16

Grazie Alberto e Claudio!

Allora rispondo al volo agli aspetti più importanti

1- E' vero Alberto che lo scarto tra i due metodi di calcolo delle medie può essere anche superiore. Tuttavia ho verificato che su base mensile difficilmente (quasi mai) supera gli 0,6° 0,7°. Ho fatto numerosissime prove e su base mensile in genere lo scarto si aggira tra 0,4° e 0,5°, a volte 0,6°, raramente 0,7° e raramente 0,3°.Forse ho un solo mese con scarto tra i due metodi superiore a 0,8° su anni di rilevazioni. Questa è la prova che lo scarto medio molto difficilmente supera 0,5°/0,6°. Diciamo che 0,4° forse è una stima un po' troppo al ribasso, uno 0,5° starebbe meglio. Ma parliamo veramente di 1 o 2 decimi.
Resta vero ovviamente che lo scarto su un singolo giorno tra i metodi può essere anche molto più elevato o a volte nullo o persino invertito. Ma sulle serie lunghe tutto ciò si ricompone e lo scarto medio resta quello di cui sopra.

2- Claudio sì è vero la mia stazione sovrastima con venti da sud ovest o sud o ovest e sole specie nei mesi più caldi. E' un problema ad esempio molto forte che ho avuto oggi. Ma ti assicuro che questo sulla media incide molto meno che sulla massima. Ad esempio in questo istante ho uno scarto sulla temperatura massima tra suolo e quota di ben 2,4° (davvero un'enormità) ma solo di 0,5° sulla t media. Quindi per le medie questo mio "difetto" di postazione non ha grandissima rilevanza.

3- Sul discorso estate inverni Claudio invece non sono molto d'accordo. Anche alla luce di dati a livello nazionale che lessi tempo fa mi pare di ricordare che l'estate si è scaldata molto più dell'inverno e che i mesi particolarmente colpiti siano Giugno e Agosto e Ottobre. MI ha infatti sorpreso molto il fatto che Ottobre si sia scaldato così poco, questo sì, ma consideriamo che stiamo parlando di una serie storica breve quindi potrebbe essere un fatto degli ultimissimi anni. Anche l'anomali di Settembre sicuramente rientrerà nei prossimi anni e avremo certamente Settembri caldi come ce ne saranno stati senza dubbio prima del 2012. Ad esempio il 2011 fu caldissimo ma non è presente nella mia serie che inizia dal Novembre 2011.

4- Infine posso dirvi che da quello che so la stazione di Soriano idrografico è rimasta sempre nella stessa ubicazione (dalle suore su prima del bivio della croce della strada che va a Canepina, vicino casa mia peraltro) per tutto il periodo fino a pochi anni fa.
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

 
Messaggi: 7346
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 15:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Ghiaccio96 » venerdì 14 agosto 2020, 15:42

Così poco sulla temp media? Per esempio oggi quand'è che lo scarto tra i due sensori è salito oltre 1 grado? Col mio compaesano questo succede praticamente dall'alba e sin verso le 19, quindi penso che la sua t media sia ben più alta della mia
Comunque a me sorprende che l'estate si sia scaldata molto più dell'inverno e non il viceversa. L'inverno sull'eurasia è una stagione stravolta forse con la complicità del riscaldamento globale, infatti questo potrebbe incidere non solo sull'aumento delle temp medie globali, ma anche sui pattern di circolazione invernali, in particolare è ben noto che al riscaldamento troposferico si contrappone un raffreddamento stratosferico. Se gli studi di badwin e dunkerton sulla correlazione tra gli intensi stratcooling invernali e il vortice polare compatto hanno un fondamento di verità, allora si capisce come il riscaldamento globale porti ad una maggiore ingerenza dei venti occidentali in europa anche su zone che invece, data la loro lontananza dall'oceano, dovrebbero essere per 3 mesi sotto un'anticiclone termico come zona baltica e russia. Il riscaldamento globale e indirettamente, a causa di questo, il passaggio da inverni continentali ad inverni atlantici sul nord europa, ha causato un enorme aumento delle temp invernali su nord europa e russia fino alla siberia. Per interi mesi negli ultimi inverni hanno viaggiato su anomalie di oltre +5. Questo pattern da noi invece causa una ingerenza della fascia anticiclonica subtropicale e complici le giornate soleggiate ecco che il 18ello a gennaio è servito, ma soprattutto le ondate di freddo stanno diventando rare all'interno della singola stagione, mi aspetto che invece una volta potesse fare anche 3 settimane di fila di freddo da neve alto collinare/basso montana. In estate invece le botte africane sono aumentate si, ma ci sono sempre in tutte le estati...
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 5667
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Olim » sabato 15 agosto 2020, 18:51

Sì ti confermo che ieri il divario sulla media tra sensore in alto (che non risente della sovrastima sui valori diurni e massimi) e sensore basso è stato di "solo" 4 decimi. Non pochissimo ma neanche così tanto. Peraltro Davis a terra e Irox a terra media identica (26,1°) a quattro decimi dalla media del sensore alto (25,7°). Non credo quindi che questa mia sovrastima limitata a giornate di ventilazione moderata-forte dai quadranti sud-sudovest ovest e con vento possa avere influito così tanto sui valori medi estivi.

Sul discorso estate inverno invece ti confermo che anche i dati delle stazioni AM (stessa identica stazione valutata su numerosi mesi) sembrano confermare che l'estate è decisamente più colpita dell'inverno.
Con calma vi darò qualche cifra interessante.
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

Avatar utente
 
Messaggi: 10561
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Burian » sabato 22 agosto 2020, 0:58

Hai fatto proprio un bel lavoro di confronto tra le due serie climatiche. :)
Sebbene ci potrebbero molti errori piccoli che si possono essere sommati o meno tra loro, i dati che ne emergono sono interessanti ed evidenziano chiaramente che l'estate, in particolare Agosto, ha avuto un cambiamento più marcato rispetto alle altre stagioni, un cambiamento al riscaldamento.
Gli errori seppur piccoli potrebbero essere molteplici, ora posso elencarne qualcuno sono così a scopo informativo perchè poi non potremo mai sapere con precisione l'entità di tali errori.
-La stazione dell'idrografico mi ricordo che era ubicata a 550 m e non 510 m se non erro. Non è facile calcolare lo scarto di temperatura media ogni tot metri di altitudine perchè la temperatura cambia continuamente per molti fattori e non rispetta la regola standard di 1°c ogni 100 m.
-La stazione dell'idrografico sembra sia stata ubicata male nel corso del tempo ma non si sa se da sempre o per un certo periodo, fatto sta non rispettava le direttive OMM stando a poca altezza dal suolo e non ad almeno 1,8/2 m da prato erboso. (fonte spirifer)
-Non si sa se i sensori della stazione siano stati sempre quelli o se nel corso del tempo si siano succeduti sensori più seri e performanti ad altri meno professionali.
-Non si conosce l'errore strumentale della stazione, in quelle contemporanee l'errore viene specificato dalla casa madre.
-La media climatica è relativa a 30 anni ma non c'è certezza che siano stati elaborati tutti e 30 gli anni e che i dati siano stati presi con continuità. Spesso le medie climatiche presentano dei buchi/interruzione seppur brevi.
E di piccoli errori potrebbero essercene molti altri, alcuni dei quali captati da voi nei vostri interventi.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

Avatar utente
 
Messaggi: 5667
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Olim » sabato 22 agosto 2020, 1:24

Grazie Andrea per il commento. Gli altri possibili errori che rilevi sono tutti corretti o possibili.
Sull'altitudine in effetti mi pare ci sia un mistero. Il luogo indicato da Marco (Spirifer) è quello che ho spiegato ed ha, al livello del cancello, un'altitudine di 550m circa. Tuttavia sulla scheda delle stazioni idrografico accanto a Soriano appare l'altitudine 510m. Ho pensato che potesse essere quella media della rocca o del castello preso a riferimento geografico ma in realtà altre stazioni idro hanno altitudini che non coincidono con quelle dei paesi sulle mappe, quindi avevo finito per convincermi che tutto forse quei 510m erano la collocazione dei sensori in quel terreno una 30-40ina di metri più in basso rispetto all'entrata. Ma in effetti non so dirti se sia così. Sarebbe un dettaglio interessante da conoscere.
Per il resto, al netto di tutti gli errori possibili, resto molto convinto che i dati rivelino quanto l'estate sia la "vittima" preferenziale del recente riscaldamento mentre altri mesi in altre stagioni siano cambiate, teoricamente, molto meno, specie nelle stagioni di transizione. Magari questa tendenza cambierà ma per ora ormai da molti mi pare confermata. Anche i dati AM (Viterbo e Roma) e i dati di Vt S Barbara sembrano confermare queste tendenze descritte
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

Avatar utente
 
Messaggi: 10561
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da Burian » lunedì 24 agosto 2020, 10:59

Per quanto riguarda l'altitudine poi magari chiederemo spiegazioni a Spirifer. Per il resto sono d'accordo anch'io sul fatto che nonostante tutti i piccoli errori che possono esserci, anche sommati tra loro, non possono giustificare un aumento così alto delle temperature estive specie del mese di agosto. E' probabile che sia dovuto al cambiamento climatico degli ultimi decenni.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

Avatar utente
 
Messaggi: 255
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 14:25
Sesso: M
Luogo: Soriano nel Cimino
Quota: 460 m s.l.m.

Re: Medie climatiche Macchieta:confronto con media 1955 1985

Messaggio da spirifer » giovedì 3 settembre 2020, 20:13

Per precisione la stazione di Soriano era ubicata circa 5/10 metri sotto la quota relativa al cancello.
Se le trovo posterò anche delle foto.
Cercherò di sapere anche l'anno in cui è stata posizionata.
http://www.meteosoriano.it

Soriano nel C. - paese - La Crosse WS 2357 + schermo passivo Davis
Soriano nel C. - loc. Pantane - Froggit WH1080

Prossimo

Torna a Climatologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite