Oggi è lunedì 17 febbraio 2020, 13:05

Agricoltura in ginocchio, i danni della siccitá!

Natura, geografia e cultura territoriale
Avatar utente
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: venerdì 17 ottobre 2014, 17:41
Sesso: M
Luogo: Ronciglione, Lazio, Italy
Quota: 465 m s.l.m.

Agricoltura in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da Sottozero » mercoledì 9 agosto 2017, 9:41

L'annata 2017 sará senza dubbio ricordata per i suoi estremi, dalla grande e persistente ondata di freddo del mese di gennaio alla eccezionale ondata di caldo di questi giorni, il tutto con un'unica costante, l'incredibile scarsitá di precipitazioni.
Tuttavia, gli effetti di questa scaristá di precipitazioni sono ormai evidentissimi sulla vegetazione, ormai messa in ginocchio dall'azione congiunta di siccitá e gran caldo.
É il caso, per quanto riguarda la nostra agricoltura, dei noccioleti; e qui chiamo in causa il nostro Alberto, esperto del settore: qual'é la situazione sia delle piante che delle nocciole e soprattutto come si prevede sará la raccolta di questa annata cosí inusuale?
Se qualcuno ne ha la possibilitá puó realizzare delle foto per documentare la particolare situazione e i danni che la vegestazione sta subendo in quanto la siccitá sembra destinata a durare ancora vista l'assenza di precipitazioni per almeno altri 10/15 giorni.
Riccardo Felli alias Sottozero
Ronciglione Centro, Italy - Oregon WMR 88 + Cam CANON
Su di me: Stagionofilo, non disprezzo le stravaganze; appassionato della statistica meteo e sempre alla ricerca di qualche record.
La mia fissa? Un ventello dicembrino!

Avatar utente
 
Messaggi: 2449
Iscritto il: giovedì 16 ottobre 2014, 18:17
Sesso: M
Luogo: Caprarola Bassa - Loc. Cucciale (VT)
Quota: 420 m s.l.m.

Re: Vegetazione in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da Albertone » mercoledì 9 agosto 2017, 10:37

Caro Riccardo, due parole che sintetizzano il tutto: UN DISASTRO!!!
Abitando in campagna, tanto più a Tropical Cucciale, non posso far altro che assistere diuturnamente all'arrendersi inesorabile della natura, di fronte a questo terribile connubio "siccità persistente - caldo esagerato".
Anche recandomi nella zona dove ho il grosso dei miei terreni (Sant'Egidio, tra Caprarola e Ronciglione!), seppur trattandosi di una zona un pò più fresca e solitamente più piovosa, impossibile non constatare che giorno per giorno noccioli e castagni stanno mostrando bandiera bianca!
Sia per quanto riguarda nocciolicoltura che castanicoltura, laddove non si fosse creato il citato dannoso connubio, si sarebbe trattato di un'ottima stagione: piante stracariche in entrambi i casi.
Purtroppo, per quanto riguarda i noccioli, la grecalata di metà luglio (come da tradizione ormai consolidata!) ha provveduto a far cascare a terra tantissimi frutti prematuramente, specie nei terreni esposti a tale ventilazione ed in particolare la qualità "nocchione", poichè già più avanti nella maturazione rispetto la "tonda gentile".
Le poche nocciole rimaste, stanno lì: mezze bruciate dal caldo esagerato e, nel caso di terreni non irrigati, daranno luogo ad una delle "rese" probabilmente più basse della storia!
Per quanto concerne i castagni, straordinariamente carichi quest'anno (anche grazie probabilmente al riposo vegetativo delle piante, dovuto alla "produzione zero" dell'anno scorso!), stanno accusando lo stress ma per il momento, non stanno cedendo ancora i ricci a terra, seppur le foglie si stiano accartocciando e, nelle zone più calde ingiallendo e cadendo!
Stazioni Meteo:
- Oregon Scientific WMR-89 (per rilevazioni termiche pubblicate su Forum)

- Ventus W830 (per rilevazioni pluviometriche e consultazione on line: https://www.wunderground.com/personal-w ... =ICAPRARO5

 
Messaggi: 6134
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 14:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340 m s.l.m.

Re: Vegetazione in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da Ghiaccio96 » mercoledì 9 agosto 2017, 11:46

avevo aperto una discussione apposita su natura e territorio perchè qua a villa stanno ingiallendo almeno la metà dei cerri. e sottolineo,i cerri!! non sono proprio querce ma sono comunque abituati alle secche mediterranee. eppure i boschi intorno al centro abitato sono mezzi gialli. nella discussione che ho aperto di la vi chiedevo se secondo voi era colpa della siccita o altro...
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 2449
Iscritto il: giovedì 16 ottobre 2014, 18:17
Sesso: M
Luogo: Caprarola Bassa - Loc. Cucciale (VT)
Quota: 420 m s.l.m.

Re: Vegetazione in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da Albertone » mercoledì 9 agosto 2017, 12:09

Ghiaccio96 ha scritto:avevo aperto una discussione apposita su natura e territorio perchè qua a villa stanno ingiallendo almeno la metà dei cerri. e sottolineo,i cerri!! non sono proprio querce ma sono comunque abituati alle secche mediterranee. eppure i boschi intorno al centro abitato sono mezzi gialli. nella discussione che ho aperto di la vi chiedevo se secondo voi era colpa della siccita o altro...

Ed infatti, io avevo detto la mia anche là! ;)
Stazioni Meteo:
- Oregon Scientific WMR-89 (per rilevazioni termiche pubblicate su Forum)

- Ventus W830 (per rilevazioni pluviometriche e consultazione on line: https://www.wunderground.com/personal-w ... =ICAPRARO5

 
Messaggi: 6134
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 14:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340 m s.l.m.

Re: Vegetazione in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da Ghiaccio96 » mercoledì 9 agosto 2017, 12:25

ho letto ora :)
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 8673
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 0:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Vegetazione in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da Burian » mercoledì 9 agosto 2017, 19:09

Forse Riccardo non si era accorto dell'altra discussione aperta, in ogni caso si può aggiustare la cosa cambiando il titolo di questa e trasformandolo in "Agricoltura in ginocchio, i danni della siccità " perché una discussione centrata su questo argomento non ci sta male vista la situazione critica di quest'anno.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

Avatar utente
 
Messaggi: 504
Iscritto il: martedì 7 ottobre 2014, 19:42
Sesso: M
Luogo: Quartiere San Lorenzo (Roma)
Quota: 60 m s.l.m.

Re: Agricoltura in ginocchio, i danni della siccitá!

Messaggio da extreme » domenica 13 agosto 2017, 11:13

Lasciamo parlare qualche dato: a Poggio Cavaliere dal 1° dicembre 2016 al 31 luglio 2017 sono caduti appena 277,00 mm a fronte di una media 61-90 di 701,1 mm; in 8 mesi è piovuto quindi il 60,49% in meno rispetto alla media.
Preoccupante ad oggi anche il dato parziale di Agosto, fermo ai 3,8mm caduti a ieri, mentre la media è pari a 54,5 mm mensili. Pensate che dal 1° giugno 2017 sono caduti appena 17,8 mm di pioggia.
Speriamo a breve in un cambio di pattern capace di riportare le piogge in questo angolo d'Italia.
Appassionato sin da bambino di fotografia naturalistica e climatologia, di fenomeni meteorologici estremi e della dama bianca.


Torna a Territorio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite