Oggi è venerdì 7 agosto 2020, 15:07

Confronti nivometrici tra città del centro Italia tirrenico

Curiosità e approfondimenti
Avatar utente
 
Messaggi: 4785
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Confronti nivometrici tra città del centro Italia tirren

Messaggio da Olim » sabato 8 novembre 2014, 2:18

Tornando ai confronti relativi a città centro tirreniche, una pessima nevosità concerne tutta la fascia litoranea e sub-litoranea dalla Campania alla Toscana. La latitudine poi non aiuta molto. Le aree costiere dell'alta maremma o della Versilia credo abbiano una nevosità terribile. Tutto inizia a cambiare quando si arriva alle porte di Genova (lì l'orografia del capoluogo ligure fa miracoli).
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

 
Messaggi: 25
Iscritto il: sabato 27 giugno 2015, 0:46
Sesso: M
Luogo: Pomezia
Quota: 110 m s.l.m.

Re: Confronti nivometrici tra città del centro Italia tirren

Messaggio da Cristian_Marchi » giovedì 15 settembre 2016, 20:02

Olim ha scritto::lol: :lol:

Diciamo che in realtà volevo fare dei confronti tra realtà minimamente omogenee sul piano della quota e della posizione. Ho scelto quindi città di media dimensione (tolto i paesi o le cittadini piccole sotto i 20-25 abitanti) zone interne ad un'altitudine di almeno 250-300m e massimo 450-500m.
Se ci mettiamo città di pianura o costiere il confronto diventa troppo ovvio ;)

Invece sarebbe interessante fare una bella guerra tra poveri. Un confronto tra:

Roma - Terni - Civitavecchia - Grosseto - Tarquinia - Bracciano :lol:

Allora secondo me l'ordine è il seguente

La migliore a sorpresa è la pur terribile....
1) Terni. Vero che è secca e bassa, ma l'essere assai interna l'aiuta tantissimo termicamente rispetto ad altri luoghi dello scempio. Nelle configurazioni nevose storiche di lungo periodo secondo me Terni vince.
2) Bracciano. bassissima collina, discreta piovosità, molto poco nevosa in quanto negativamente influenzata dal lago con i venti da nord-est e quindi spesso assai calda. Ma bene o male becca precipitazioni e un minimo di quota ce l'ha.

Ed ora inizia la vera guerra tra poverissimi, miseri, ultimi:

Roma, Tarquinia, Civitavecchia, Grosseto...il muro del pianto.

Azzardo questa classifica, proseguendo:

3) Roma. A sorpresa potrebbe essere più nevosa Roma della pur più alta Tarquinia. Roma come noto è molto poco nevosa, ma bene o male grossi episodi si sono alternati facendo alzare la media cinquantennale ad almeno 2cm annui :lol:

4) Tarquinia. Posto secondo me penalizzatissimo. Molto caldo per via della vicinanza con il mare e molto secco per via dell'incipiente ombra corsa. Spesso a secco con il nord-est scuro (che invece a Roma dà spesso maggiori precipitazioni).

5) Grosseto. Città dove secondo me nevica pochissimo. Certo ha beccato episodi latitudinali che magari hanno saltato Roma come il 1996 (che del resto ha preso molto bene anche Tarquinia e credo anche Civitavecchia), tuttavia come zona in sé mi sembra messa molto molto male come mix precipitazioni-temperature.

6) Civitavecchia. No comment.

Secondo me (anche se non c'è in questa classifica) ho l'impressione che Bracciano se la giochi un po' con Viterbo (soprattutto la parte più alta e la zona di Bracciano due) poi Vabbè penso che Manziana e SOPRATTUTTO Oriolo Romano dovrebbero battere Viterbo.
Anche se purtroppo non abbiamo dati precisi su queste due (Oriolo Romano e Manziana).
Però oltre all'altitudine Bracciano Manziana e Oriolo sono favorite in alcune configurazioni che a Viterbo non vanno bene (le rodanate ad esempio).
E beccano pure nelle configurazioni favorevoli a Viterbo (Vedi 16 Gennaio 2002, 28 dicembre 2008, 9 Marzo 2010, e anche 21-22 Gennaio 2011, (HO CITATO LE PRIME CHE MI SONO VENUTE IN MENTE, FAVOREVOLI A VITERBO).
È da molto tempo che volevo approfondire questa cosa.

Avatar utente
 
Messaggi: 9528
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 1:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Confronti nivometrici tra città del centro Italia tirren

Messaggio da Burian » giovedì 15 settembre 2016, 23:57

Non abbiamo dei dati climatici nivometrici certi su cui basarci per cui andiamo un po' ad esperienza in base a segnalazioni di amici e forumisti nel corso degli anni...non possiamo far altro in questo tipo di "indagine".
Bracciano a mio avviso è meno nevosa di Viterbo, anzi ne sono molto convinto, mentre Oriolo e Manziana sono più nevose in special modo Oriolo Romano.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

Avatar utente
 
Messaggi: 4785
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 10:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Confronti nivometrici tra città del centro Italia tirren

Messaggio da Olim » venerdì 16 settembre 2016, 22:39

Concordo assolutamente con Andrea. Sono certo che Bracciano è molto, ma molto meno nevosa di Viterbo, sia per la minore altitudine, ma soprattutto per la posizione a sud del Lago che la rende una località relativamente mite.
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

Precedente

Torna a Climatologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti