Oggi è domenica 7 marzo 2021, 10:42

Anomalie climatiche nivometriche (ultimi 10 anni)

Osservazioni meteo e analisi modelli
 
Messaggi: 7296
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 14:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Anomalie climatiche nivometriche (ultimi 10 anni)

Messaggio da Ghiaccio96 » martedì 19 gennaio 2021, 13:21

Negli ultimi giorni mi stanno giungendo altre voci delle medie nivometriche degli ultimi 10 anni totalmente folli

Ecco quale: hanno confrontato Roma e perugia. Ebbene, negli ultimi 15 anni Roma è stata più nevosa di Perugia! LO trovo folle. è vero che perugia è protetta dagli appennini ed è lontana dal mare ma trovo assurdo che ci sia stato uno scambio di ruoli con Roma. Mi riferisco al centro città chiaramente, per entrambe.

Altra anomalia nivometrica: Negli ultimi 8 anni Villa credo che sia stata più nevosa di Viterbo! Ossia dalla stagione 2012/2013 inclusa in poi

E ancora: Roma più nevosa di Milano negli ultimi 10 anni!

Stagioni invernali in cui l'accumulo in pianura e collina è stato come quello della montagna se non maggiore!! Esempio 2012 a roma nord potrebbe essere stato nevoso quanto sui cimini.

Trovo folle tutto ciò, ma la cosa ancora più folle è che la gente si sta abituando a queste cose. Due botte di burian in 10 anni hanno cambiato la visione climatica di Roma a svariate persone.... Bisogna riportare ordine!! :38: :38:
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)

Avatar utente
 
Messaggi: 10407
Iscritto il: sabato 27 settembre 2014, 0:15
Sesso: M
Luogo: Viterbo q.re Buon Pastore
Quota: 335 m s.l.m.

Re: Anomalie climatiche nivometriche (ultimi 10 anni)

Messaggio da Burian » venerdì 22 gennaio 2021, 0:59

Bisognerebbe avere dati molto precisi sotto mani, io sono un po' scettico di queste affermazioni che si fanno nel mondo dei meteo appassionati...
Se si hanno dati molto precisi si possono fare considerazioni e vedere se realmente gli ultimi 10 o 15 anni siano stati anomali dal punto di vista nivometrico per alcune località.
❄ ❄ ❄ Cemer, la meteorologia ha un "cuore antico" ❄ ❄ ❄

Avatar utente
 
Messaggi: 5566
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 9:09
Sesso: M
Luogo: Roma (San Giovanni); Soriano nel Cimino, Loc. La Macchieta
Quota: 50/454 m s.l.m.

Re: Anomalie climatiche nivometriche (ultimi 10 anni)

Messaggio da Olim » venerdì 22 gennaio 2021, 3:11

Allora, fermo restando che i dati vanno comprovati, quello che scrivi Claudio ha una vaga rispondenza con la realtà. L'ultimo decennio sicuramente è stato molto anomalo dal punto di vista nivometrico ed ha vista una chiara crisi della neve in quota (specie nella fascia 400-900m) ed un chiaro aumento della neve al piano. Il motivo è ovvio: due eventi burianici con ciclogenesi tirrenica (nel 2012 reiterati due volte) hanno portato nevicate serie in luoghi dove la media nivo è bassissima apportando in quelle occasioni accumuli in termini di cm non così dissimili da quelli registrati alle quote collinari-montani. Di contro in questi anni sono mancate (terribilmente mancate!!!) le nevicate di caratura media o medio-piccola in collina e persino sui Cimini a quote sotto gli 800m. Mancano le classiche nevicate altimetriche da 5-6cm a 300m, da 8cm a 400m e da 12cm a 500-600m. Un classico invece del passato e di annate ottime e altimetriche come furono il 203-2004, o il 2004-2005 o il marzo 2010, per citare esempi relativamente recenti. Ma anche tante altre nevicate minori e altimetriche come: il 21 gennaio 2011, il 28 dicembre 2008, e le numerose nevicate del gennaio-febbraio 2013. Dal 2014 vi è stato un drastico cambiamento che ha visto, per ora, scomparire la neve altimetrica collinare - basso montana di caratura media (unica eccezione il 22 gennaio 2019 ma solo sui nord Cimini, quindi molto zonale).
A mio parere questo, che è assolutamente vero, non so però se abbia portato addirittura a quei risultati che scrivevi. ad esempio sul confronto Roma-Perugia siamo certi? Roma Milano ci potrebbe pure stare se magri escludiamo la bella nevicata di fine dicembre a Milano un mese fa. Prima il capoluogo lombardo ha vissuto davvero annatacce, specie dal 2014 in poi.

Ad ogni modo di una cosa sono certo. I prossimi anni (forse decenni) ristabiliranno sicuramente un po ' di ordine. A volte queste anomalie possono durare anche diversi anni ma prima o poi rientrano fisiologicamente e la climatologia di fondo torna a prevalere.
Lorenzo Dorato, alias Olim
Stagionofilo puro con preferenza viscerale per l'inverno, il freddo e la neve. Amante di ogni fenomeno, dalla pioggia copiosa al caldo intenso, dalla limpida tramontana alla nebbia novembrina, dai temporali al vento burrascoso.

 
Messaggi: 7296
Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2014, 14:05
Sesso: M
Luogo: Villa San Giovanni in Tuscia/ Roma giardinetti
Quota: 340/80 m s.l.m.

Re: Anomalie climatiche nivometriche (ultimi 10 anni)

Messaggio da Ghiaccio96 » venerdì 22 gennaio 2021, 12:24

Il raffronto di cui sono certo è proprio quello di Roma-Perugia, e contando anche ben 15 anni di quelli passati. Alcuni di questi raffronti erano chiacchiere di gente che andava a memoria, per il confronto roma perugia hanno proprio fatto il totale dei cm caduti negli ultimi 15 anni.

Villa più nevosa di viterbo lo trovo particolare diciamo, più che folle, dato che comunque l'altitudine è la stessa di alcuni quartieri centrali di viterbo. Magari cambia configurazione e cambia la zona favorita. Con ritornante (e freddo dalla porta della bora) viterbo è magari più favorita, con rodanate sono più favorito io, e comunque in genere quando la fa a viterbo la fa anche qua (gennaio 2019 rara eccezione). Stanno proprio mancando in generale le classiche nevicate altimetriche.

Qualche rara botta di burian ci può pure stare, il problema è che tutto il resto è scomparso.... Come dimostra il raffronto con perugia

Voi siete ottimisti ma vi posso assicurare che le cose sono ben cambiate già dalla fine del 900, l'anticiclone o la mitezza atlantica sono ormai una cosa predominante già dagli anni 90, a me sembra tanto infatti che tra anni 90 e 2000 in quelle poche ondate di freddo che abbiamo avuto siamo stati fortunati. A me pare che va sempre peggio. Un vero incubo!

Tornando ai raffronti, i dati sono stati confrontati solo per roma perugia. Per le altre situazioni da me citate non sono stati fatti raffronti con dati alla mano. Quantomeno per villa ci vuole poco

17 gennaio 2013 13 cm
Fine febbraio 2013 (non ricordo la data esatta di quella sera) tracce, accumulo ad occhio di 2 cm dai 400 metri (sempre di villa, ma non a casa mia quindi per il raffronto considero le tracce)
31 dicembre 2014 tracce
1 febbraio 2015 4 cm
gennaio 2017 (non ricordo esattamente la data) 2 piccoli episodi, uno con tracce e uno con 2 cm e mezzo mi riferirono (io ero a roma)
fine febbraio 2018 21.8 cm.

Queste sono le nevicate con accumulo anche minimo, le tracce chiaramente contano 0 cm. Le stagioni vanno dalla 12/13 alla 19/20. Il totale è di 41.3 cm
Vediamo Viterbo...
Episodi come quello del gennaio 17 (come anche quello di domenica scorsa) sono le cosiddette botte di fortuna che non posso considerare come classica nevicata collinare. Come ha detto Lorenzo, devono essere almeno 5 cm, anche l'episodio del 1 gennaio 2015 è stato un po' sottotono.
22 febbraio 2005+echoes (pink floyd)


Torna a Meteorologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti